Razer è un’azienda nata nel 1998 a San Diego, California; i suoi fondatori, due appassionati di videogiochi: Ming-Lian Tang (CEO) e Robert Krakoff (presidente), hanno proiettato la loro passione per i videogiochi facendone il loro lavoro. Attualmente dispongono di numerosi uffici dislocati in sette città: fra le quali San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore.
Conosciuta dal mondo dei videogiocatori per le caratteristiche delle loro periferiche, che si contraddistinguono per una scelta di dettagli sia estetici che tecnologici oltre ad accurate rifiniture di prestigio, offrono da sempre performance di altissimo livello, diventando un punto indiscusso di riferimento.
Oltre ad offrire un catalogo molto vasto e completo, Razer ha dimostrato una particolare attenzione all’evoluzione tecnologica e alle nuove esigenze di mercato, offrendo puntualmente prodotti innovativi e realizzati con materiali di primissima scelta, al fine di garantire una grande resistenza e durata nel tempo.

14 FILEminimizer2 Recensione Razer Onza Tournament Edition

Confezione e Bundle

Razer Onza Tournament arriva in redazione confezionato in una elegante scatola la cui parte anteriore e in plastica trasparente, questo particolare ci permette di vedere tutta la superficie frontale del controller.

1 1 FILEminimizer1 Recensione Razer Onza Tournament Edition

RAZER ONZA TOURNAMENT EDITION FILEminimizer 600x450 Recensione Razer Onza Tournament EditionSempre sulla parte frontale sono impresse alcune caratteristiche fondamentali del controller.

2 1 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Sul retro della confezione troviamo raffigurato il pad con un focus sulle sue caratteristiche salienti, presenti anche sul lato sinistro, sul lato destro presente un messaggio di Robert Krazoff, aka RazerGuy, cofounder e CEO di Razer.

6 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

5 1 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Una volta aperta, all’interno troviamo un piccolo portafoglio che contiene il manuale d’uso, alcuni adesivi, un certificato di autenticità e il foglietto di conformità.

9 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

10 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

12 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

13 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

 

Specifiche Tecniche

2 levette analogiche dalla resistenza regolabile
2 pulsanti multifunzione – (Multi-Function Buttons [MFB])
4 pulsanti Azione Hyperesponse retroilluminati
D-Pad di precisione
Superficie gommata antiscivolo
Connettore USB a rilascio rapido
Cavo in fibra intrecciata, leggero, 4.57 metri
Jack per microfono da 2.5mm
Dimensioni approssimative in mm : 154 mm / 6,06“ (Lunghezza) x 109 mm / 4,29“ (Larghezza) x 60,5 mm / 2,38“ (Altezza)
Peso approssimativo : 249 g / 0,55 lbs

Requisiti Hardware

Sistema Xbox 360 o PC
Porta USB disponibile

Il controller nel dettaglio

Tolto dalla scatola il controller risulta al tatto leggero e resistente, arricchito da un piacevole rivestimento gommato antiscivolo. Le dimensioni sono lievemente inferiori rispetto a quelle del controller Microsoft, con un peso equivalente di circa 250g.

8 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Analizzandolo nel dettaglio risulta interessante la nuova disposizione dei tasti SELECT e START, presenti sulla parte inferiore del pad, scelta a nostro parere vincente, in quanto li rende molto più accessibili rispetto alla posizione originaria.

15 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

14 FILEminimizer1 Recensione Razer Onza Tournament Edition
Nella parte superiore del controller troviamo due tasti dorsali aggiuntivi, denominati LMFB e RMFB, posti appena sopra LB ed RB.

21 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

22 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

La cui peculiarità e la possibilità di programmarli liberamente tramite i due rispettivi pulsanti presenti sul retro del pad, permettendo un vero e proprio settaggio on the fly.

23 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

24 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Con questo prodotto purtroppo non sarà possibile utilizzare il chatpad Microsoft, in quanto e sprovvisto dei due ingressi necessari all’inserimento dello stesso sulla parte inferiore del prodotto.

Tra le novità notiamo la presenza di due anelli dentati che permettono di regolare a proprio piacimento tramite un movimento orario o antiorario la resistenza delle leve analogiche. Queste frizione sulle levette analogiche permettono di fatto di operare sulla resistenza e la sensibilità direttamente durante le fasi di gioco, aspetto veramente positivo quando si cambia classe e tipologia di mappa.

19 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition



Il cavo, realizzato in fibra intrecciata (indistruttibile) e dotato di dispositivo anti-strappo. Lungo circa 4,57 metri, è ideale per chi gioca lontano dalla console e non vuole comunque rinunciare alla comodità del divano. Tuttavia l’utilizzo su PC o comunque a distanze ravvicinate non è da considerarsi confortevole a causa dell’eccessiva rigidità.

5 FILEminimizer 600x359 Recensione Razer Onza Tournament Edition

28 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

29 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

27 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Ergonomia e Confort

Il nuovo design dell’impugnatura potrebbe inizialmente richiedere del tempo per abituarci alle nuove forme, in particolare per trovare la corretta mappatura dei tasti e la giusta sensibilità delle levette analogiche, ma superato l’impatto iniziale l’utilizzo diventa davvero appagante.
Molto utile la presenza di piccoli gommini allo scopo di aumentare il grip sulla presa, apprezzabile la comodità delle levette analogiche rivestite da uno strato in gomma che permette una tenuta migliore al contrario di quelle in plastica della microsoft.

Utilizzo in Gaming

Interessante la resistenza regolabile di ciascuna levetta analogica, ottimizzabile per qualsiasi tipo di gioco, soprattutto nei giochi FPS e anche nei giochi di calcio dove la resistenza si è resa particolarmente utile o addirittura indispensabile. Confortevole e gratificante l’uso nelle simulazioni automobilistiche, con le quali si è dimostrato molto preciso nelle traiettorie restituendo una piacevole sensazione di guida.

30 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

31 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

18 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

20 FILEminimizer Recensione Razer Onza Tournament Edition

Diversamente dalle aspettative, il D-pad purtroppo si e rilevato leggermente inferiore, le frecce direzionali, seppur migliori rispetto a quelle della prima versione del dispositivo Microsoft, non sono in linea con la qualità generale del prodotto. Poco adatto per i giochi più frenetici come i picchiaduro, ove è preferibile optare per un vero e proprio arcade stick.

17 FILEminimizer3 Recensione Razer Onza Tournament Edition

Conclusioni

Razer Onza Tournament Edition
 si è rilevato uno dei migliori controller disponibili sul mercato per PC e Xbox 360. Pensato principalmente per i giocatori di FPS, trova comunque un suo utilizzo anche in tanti altri giochi. L’alta qualità dei materiali e le migliorie apportate posizionano tale accessorio in un prodotto di alta gamma, giustificando ampiamente il prezzo di questo dispositivo che è possibile trovare in media a 50€ sul web. Per i più fanatici esiste una versione dedicata a Battlefield 3 con il logo stampato sul pad a circa 10€ in più ed un altra versione meno professionale, senza il controllo della resistenza degli analogici a 39,99€. Da citare la mancanza del supporto sui sistemi Playstation 3, ulteriore chicca che avrebbe decisamente trasformato questo gioiellino in un prestigioso dispositivo Cross Platform.

 

Logo voto 92 Recensione Razer Onza Tournament Edition

Si ringrazia Razer per averci fornito il sample.


Categoria: Recensioni

Tags:

COMMENTI DEGLI UTENTI

I commenti sono chiusi

ACCESSO UTENTI

Nickname
Password
Password persa?