0

Chi non ricorda i fantomatici giochi dei mitici anni ’90? Sicuramente nessuno potrà affermare il contrario di ciò che sto per dire: tutti, ma proprio tutti, almeno una volta abbiamo giocato con l’epico personaggio di Super Mario. La sola pronuncia del nome sfido chiunque a non ripensare a quei fantastici anni di infanzia in cui non vedevamo l’ora che finisse la scuola per correre a casa e giocare con Super Mario.

 

L’idea è nata nell’ormai lontano 1985 da un giapponese chiamato Shigeru Miyamoto e il gioco è firmato dalla Nintendo. Originariamente fu chiamato Jumpman nel videogioco arcade di Donkey Kong o addirittura Mr.Video in Giappone. Mario dispone anche di una famiglia ormai molto famosa e molto conosciuta: i membri sono Luigi, suo fratello, Wario e Waluigi, i due cugini, che fungono da avversari.
Mario si è fatto amare fin dai suoi esordi con i suoi baffi, gli occhioni azzurri e le sue tute colorate. Il nome ufficializzato diventò Mario Bros; successivamente si incontrarono delle difficoltà in fatto di pixel, movimenti delle braccia ma tutto sommato, in poche parole, si può certamente affermare che Super Mario è l’indiscussa mascotte di casa Nintendo e proprio per questo appare solo nei giochi ideati dalla stessa software house; è stato uno dei primi personaggi ad essere riadattato in 2D e ora anche 3D.
I personaggi che lo accompagnano in questa meravigliosa avventura sono la Principessa Peach, costantemente rapita, Yoshi, il fedele amico animale, i funghetti Toad e i nemici, capostipite Bowser, Wario,Waluigi e la principessa Daisy. Riguardo alla storia di come Mario si sia trovato in questo mondo fantastico sono incerte ma alcuni manuali ritengono alcune opzioni, una delle quali sarebbe che Mario aggiustando un rubinetto, perché è un idraulico, fosse caduto dentro uno dei tubi ritrovandosi per caso qui per salvare la principessa.

Questo spiegherebbe perché lui sia in tuta da lavoro e perché ci troviamo nei tunnel dei tubi per passare da un mondo all’altro. Inoltre in Super Mario World: Yoshi’s Island troviamo Baby Mario quindi è anche possibile supporre che sia nato nel Regno dei funghi o ci abbia passato buona parte d’infanzia. Diventa divertentissimo poi giocare con Baby Luigi contro Baby Bowser.
Le trasformazioni variano da quello che si raccoglie per strada e da ogni gioco diverso. Abbiamo inoltre un’infinità di titoli dei giochi del nostro SuperMario. Recentemente sono stati introdotti i giochi olimpici dell’anno in cui questi stessi avvengono e addirittura il gioco è ambientato nella stessa città in cui si svolgono quelli veri.
Divertente e da giocare in compagnia sono i giochi di MarioKart, Mario Golf, Mario Tennis e Mario Sports Mix.
Innovativi sono stati gli ultimi Mario Galaxy per la Wii e i giochi del Nintendo DS 3D: riportano tutti l’indubbia bellezza affascinante di Super Mario. Inutile sostenere che dietro ai migliaia di giochi di Super Mario c’è una squadra senza precedenti: sappiamo anche che per il lavoro che hanno fatto gli saremo debitori a vita e non soltanto noi ma anche i nostri figli che appena si affacciano a quel meraviglioso mondo chiamato Super Mario World. Provare per credere.

About The Author
Mirko185
Amministratore Hardware Master Italia